Skip to main content

MOOC 7: Principi etici per un Governo Aperto

Enrollment is Closed

Descrizione del corso

Un governo aperto ha bisogno di una cultura democratica e di spazi pubblici che significhi un ritorno al legame tra politica e comune. Di fronte al neoliberismo, che minaccia di indebolire le istituzioni pubbliche e sminuisce la funzione pubblica che le incarna, se i cittadini si sentono orfani e mostrano una progressiva diffidenza verso le istituzioni che li rappresentano, è importante riflettere su quali dovrebbero essere le priorità per immaginare riforme che forniscano alla democrazia meccanismi di difesa dei diritti sociali e meccanismi di controllo degli abusi di mercato.

Ma cosa cambiare in un mondo che cambia tutto per non alterare nulla? Se crediamo che le istituzioni sono costituite da persone, devono sovvertire la situazione.

Di quale modello di funzionario pubblico ha bisogno la democrazia del XXI secolo? La comunità accademica insiste su concetti tecnici come l'efficienza, la privatizzazione, la digitalizzazione, ma dimentica quello che nel corso della storia è stato l'anima critica del pensiero filosofico nell'arena politica; l'etica. C'è urgente bisogno di una pedagogia politica che insuffla nelle persone che amministrano i principi etici pubblici che vertebrano la loro azione verso le buone pratiche e la loro gestione verso il comune. In questo modulo intitolato "Principi etici per un governo aperto" ci concentreremo sulla necessità di un'etica come garante del buon lavoro delle istituzioni democratiche.

Come faremo? Deliberando. Partecipare. Errori e invenzioni. Stiamo andando a costruire un decalogo di principi etici che servirà come scenario comune per le persone che lavorano in istituzioni pubbliche per sentirsi degni del loro servizio e riconquistare la fiducia dei cittadini.

Se la pedagogia è la casa dove la politica e l'etica sono comprese, se la politica è l'arte di prendere decisioni che riguardano gli altri e l'etica è la capacità di discriminare l'interesse personale del bene comune, riflettiamo insieme su quali principi dovrebbero guidare le persone che compongono le istituzioni pubbliche affinché siano garanti della democrazia.

Obiettivi del corso

Gli obiettivi di questo corso sono:

  • Comprendere quali sono i principi etici.
  • Riflessione alle zone di impunità della politica.
  • Conoscere casi di buone pratiche nelle pubbliche amministrazioni.
  • Progettare un decalogo etico per applicazioni politiche.

Contenuto

  1. Perché l'etica è necessaria per un governo aperto? Cosa sono gli standard etici? Come sono fissati?
    1. Differenza tra morale ed etica.
  2. Le zone di impunità:
    1. La meta-narrazione del neoliberalismo
    2. Lo stato indebolito, la cittadinanza orfana.
  3. Etica nelle pubbliche amministrazioni:
    1. Valori comuni nel quadro delle amministrazioni pubbliche.
    2. formazione etica nella pubblica amministrazione.
    3. Comunicazione Pedagogica Etica

Obiettivo

I destinatari di questo corso sono le persone a cui è rivolto:

  • Che ricoprono una carica pubblica, sia come professionisti di carriera che come politici.
  • Studenti che vogliono saperne di più sull'Open Government e sui principi che contiene.

Requisiti

I requisiti minimi per la frequenza del corso sono le condizioni tecniche coinvolte.

  • Computer e connessione Internet.

Al momento della certificazione del corso:
La certificazione universitaria di un corso implica una formazione accademica minima necessaria, vale a dire:

  • Bachelor o equivalente almeno.
  • Pagamento delle tasse corrispondenti.

Autore

Mª Lourdes C. González Luis.

Mª Lourdes C. González Luis

Mª Lourdes C. González Luis ha un dottorato di ricerca in filosofia e scienze dell'educazione. Professore di Storia del pensiero pedagogico all'ULL. Fondatore e Direttore del Centro Latinoamericano di Studi Interdisciplinari dell'ULL (CEILAM), Direttore del Master in Studi Superiori di Pedagogia e IP del Progetto Erasmus + TOGIVE. ). Autore di numerosi lavori, libri e riviste di pedagogia critica, pensiero pedagogico complesso, democrazia paritaria e politiche di giustizia sociale.

Ángela Sierra González.

Angela Sierra González

Ángela Sierra González ha un dottorato di ricerca in filosofia e una laurea in giurisprudenza. Professore e ricercatore di Innovazione Politica e Governo Aperto all'ULL (CEILAM ed Erasmus+ TOGIVE). Autore di diversi libri e riviste su genere, parità, democrazia e violenza contro le donne. Fondatore della cattedra culturale e scientifica di ermeneutica critica dell'UNED e dell'ULL. Membro del Collettivo Internazionale di Ricerca sulla Cultura della Pace.

Andrés González Novoa.

Andrés González Novoa

Andrés González Novoa è dottore e professore di pedagogia. Professore e ricercatore di Innovazione politica (CEILAM ed Erasmus+ TOGIVE) e di Educazione degli adulti nelle istituzioni penitenziarie (IFE Cum Laude). È segretario editoriale di Mnemósyne Magazine e scrittore con più di trenta pubblicazioni di letteratura, pedagogia, teatro, arte, educazione e politica.
@NarrativeNovoa

Pedro Perera Méndez.

Pedro Perera Méndez

Pedro Perera Méndez. Dottore in Educazione e Professore di Pedagogia e diversi Maestri presso l'ULL. Professore e ricercatore di Pedagogia politica, governance e cittadinanza (CEILAM ed Erasmus+ TOGIVE). Esperto in collettività a rischio di esclusione sociale. Esperto in Pianificazione e Gestione di Progetti Socio-Educazionali. Autore di diversi lavori e articoli sull'educazione e la politica.
@PereraPedro

Mª Belén San Nicolás Santos Santos.

Mª Belén San Nicolás Santos

Professore di Didattica e Ricerca Educativa presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università di La Laguna (Spagna). Laurea in Pedagogia e Dottore in Pedagogia presso l'Università di La Laguna. Ha esperienza come ricercatrice in vari studi sull'integrazione delle TIC nel sistema educativo e l'e-learning nell'università.
@BelenSNS

". Logo ULL